Cari Amici ed amiche,

scusate la lettera collettiva, l’affetto ed il grazie è molto personale e sincero: mi scuso ancora con chi ricorderò…prossimamente!

Passa una settimana da quando sono tornato a Salinas. Particolarmente gradito il saluto affettuoso dei bambini del catechismo.

Il pensiero del tempo trascorso in Italia mi accompagna e sento il bisogno di dirvi, anche se brevemente, quanto mi è rimasto nel cuore.

Anzitutto: mi è costato un po’. Tante cose diverse dalla vita di ogni giorno: cambio costante di orari, difficoltà a mantenere i ritmi “medici” dettati dalla permanente “convalescenza”, attenzione a tante persone che si meritavano certamente maggior accoglienza da parte mia, (con la debole memoria, alla ricerca del nome, delle circostanze…)

Ma quanto ho ricevuto mi invita a benedire il Signore, dargli grazia e ringraziare di cuore tante care e belle persone incontrate.  Vorrei nominarle tutte una per una, ma temo che qualcuna mi scappi dalla memoria, anche se mi sento molto bene accompagnato, ora che sono a Salinas, dal loro sorriso e sincero appoggio.

Il regalo più bello è l’assicurazione della volontà di partecipare come volontari a Salinas, soprattutto da parte del GRUPPONE. Con il Gruppone Salinas ha incontrato uno spazio di incontro di persone, che nasce dai valori della solidarietà e che costituisce il luogo privilegiato perché i nostri giovani possano aspirare a cose più grandi di quello che la società offre oggi alle nuove generazioni.

L’esperienza di Muisne e di Mulidiahuan mi aprono il cuore ad una grande speranza-

Grazie Corrado e Franca, grazie Emmanuele ed Anna ( già è viva la lieta aspettativa della vostra venuta!,), grazie Erica e Luca, grazie a Martin e Luigina…., grazie a tutti e tutte.

Ho raccolto anche un po’ di soldini: ogni contributo è giunto molto gradito, prezioso per portare avanti tanti sogni e frutto di generoso sacrificio, che il Signore conosce e ricompensa.

Grazie di cuore e l’assicurazione dell’uso più opportuno possibile: il centro della Memoria e diffusione di Salinas (Salinas Yuyay.), aiuto alle comunità più povere (ed anche il mio sostento!)

Una iniziativa che é sorta quasi senza preavviso è quella di celebrare, nel 2020, i 50 anni di presenza volontaria e missionaria a Salinas. Un invito fin d’ora a preparare il…viaggio: tutti cordialmente invitati. Non sarà per celebrare, ma per ringraziare. Sarà per diffondere il messaggio della solidarietà a quanti vogliano ispirarsi ad essa per una vita migliore.

Un forte affettuoso riconoscente abbraccio

P. Antonio